martedì 24 agosto 2010

"Corro" a Fare un Massaggio

Buondì a tutti,
Niente da fare, la mancanza di massaggi s'inizia a fare sentire. Urge una soluzione disponibile ad agosto, e per fortuna l'ho trovata. Trattasi della ragazza del cugino di Alessandro, e per fortuna ha un buco di un'ora all'una. Di solito vado ad un centro sotto casa mia, dove ho giurato fedeltà a vita percui mi fanno uno sconto, ma non riapre fino a lunedì prossimo, quindi il tradimento è più che giustificato.

I benefici dei massaggi linfodrenanti li ho scoperti un po' per caso sotto Natale 2009. Mi ero "avventurata" in una passeggiata (si fà per dire, diciamo "due passi") nel mio nuovo quartiere e ho trovato questo centro estetico dietro l'angolo. Siccome mi sentivo un po' uno yeti (la convivenza con la CFS, come sanno le mie colleghe, non lascia tutto questo spazio alla cura del corpo) decisi di prendere appuntamento per la mia prima ceretta dell'anno (sì lo so, non si può sentire!).

Comunque, la situazione era grave e, sdraiata sul lettino mi arriva un'altro commento dell'estetista che non migliorò certo la mia autostima: "Hai un bel po' di ritenzione idrica, eh?!". In realtà il commento non era tanto una battuta cattiva quanto una costatazione, anche abbastanza "soft", considerando la situazione. Dopo 2 anni e mezzo di quasi zero attività fisica, stando sempre sdraiata e con un metabolismo quasi fermo, avevo messo sù circa 10 chili dall'inizio della malattia che, vista la mia altezza (180cm), non mi faceva sembrare tanto grassa quanto giunonica e gigantesca. Non era tutta "colpa" della malattia, anche il trattamento fallimentare al cortisone aveva lasciato i suoi segni di gonfiore e non ero riuscita a smaltirli.  La situazione avrebbe meritato ben altri commenti, le mie cosce erano praticamente la valle della cellulite.

Invece di scappare (tanto non potevo, vista l'operazione in corso) e non farmi più vedere, mi ritrovai a spiegare la situazione a questa ragazza, che si rivelò essere anche un'anima molto sensibile. Alla fine del mio racconto, io in lacrime - un pò per il dolore fisico da "disboscamento" e un pò per sfogo - la ragazza mi suggerì un pacchetto di massaggi linfodrenanti, visto che l'attività fisica non era possibile. Io avevo il terrore dei massaggi, perché avevo provato a farne uno normale e mi aveva lasciato le ossa rotte e i muscoli sofferenti. Lei mi assicurò che si trattava di un massaggio molto soft, e che sarebbe stata attenta alle mie reazioni.

Guarda caso, c'era un pacchetto natalizio in vendita, e il prezzo di ogni massaggio era di 29 Euro. Io mi ero da poco "arricchita" con una serie di traduzioni, ma tentennavo perché non potevo pagare tutto insieme, eravamo sotto le feste, e avevamo delle bollette arretrate. "Non ti  preoccupare, lascia solo un acconto e il resto lo paghi un pò per volta, quando ti pare". Non avevo più scuse, in pratica: Mi aveva messa davanti a uno dei miei complessi più grandi e non potevo più evitarlo, potevo andare quando mi pareva, pagare quanto mi pareva, poi, non sò voi altre ragazze, ma io non ho mai saputo resistere alle parole "sconto" "pacchetto" e "paga quando ti pare".

Così, sotto Natale, come regalo a me stessa, cominciai ad andare 2 volte a settimana. Non ce la facevo sempre, anzi spesso chiamavo all'ultimo minuto perché ero troppo debole per uscire, ma piano piano, dopo circa 2 mesi dall'inizio dell trattamento, cominciai a notare piccoli segni di miglioramento...ma non solo nella situazione cellulite, anzi, soprattutto nei miei sintomi! Non toccavo più un anti-dolorifico, e avevo reazioni molto meno marcate agli sforzi, e i linfonodi non mi facevano più male.

ATTENZIONE: I massaggi non mi hanno "guarita" nel senso vero e proprio, ma alleviano i miei sintomi se li faccio regolarmente, e gli effetti dopo un ciclo di 2 mesi continuano in genere per 2-3 settimane. ATTENZIONE: QUESTO NON E' UN CONSIGLIO MEDICO, mi raccomando, ogni persona reagisce in maniera diversa a cure e terapie diverse, quindi prendete quest'esperienza per quella che è, non la soluzione.

Per ora, rimane la mia "soluzione" temporanea in attesa di una vera e propria cura. Anche se sono sempre più povera ad agosto perché non ho entrate fisse e i clienti sono tutti in ferie, preferisco non mangiare pur di ottenere la mia entrata fissa di energia. Non ho una spiegazione scientifica per questi risultati ma mi sta benissimo, non ne ho bisogno. Grazie ai massaggi (?), riesco a camminare (non correre) di più e anche la "ritenzione idrica" non è più un problema.

O mamma, guardate l'ora, devo scendere dal divano!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti.

Post Recenti