sabato 11 settembre 2010

Postumi

Ieri mia sorella è venuta a portarmi la macchina. Quando mi sono ammalata lei l'ha "presa in prestito" e adesso è diventata indispensabile: è diventata una donna in carriera e la usa ogni giorno per lavoro e appuntamenti vari. In questa fase della mia malattia, abbiamo deciso di dividere la custodia del mezzo in modo che io possa riprendere dimestichezza con la guida, ora che non ho più la febbre e i problemi di concentrazione sono meno gravi. Ieri, considerando la festa di compleanno di giovedì sera - avevo dormito fino alle 2 di pomeriggio e mi ero fatta fare un massaggio - solita stanchezza a parte, mi sentivo abbastanza bene per portare mia sorella a casa e tornare. La raggiungo al parcheggio e la vedo pallida, non stava molto bene perché lei giovedì era stata ad un matrimonio - soffriva di postumi insomma. Mi racconta della sua giornata da incubo, cominciata con una nausea allucinante e mal di testa insopportabile, ma nonostante tutto svoltasi per intero tra ufficio e appuntamenti in varie zone di Roma.

"Stamattina mi sono chiesta se questo è come ti senti tu tutto il tempo" mi dice, dopo che ci siamo fatte una risata sugli episodi dalle rispettive serate. Ironicamente, ho pensato, non ha tutti i torti. Quando sono in modalità post-sforzo (passeggiata troppo lunga, gita al centro commerciale e altre belle cose)  la mia malattia sembra una vera e propria sbornia - nausea, intestino irritabile, mancamenti, dolori, stanchezza, mal di testa - ma senza la festa, e con una differenza fondamentale. Per me l'opzione prendi un'aspirina e il Malox e vai al lavoro lo stesso non esiste, e non importa quanta acqua bevi - se non rimani sdraiata i sintomi peggiorano e non durano 1 giorno solo. Un'altra particolarità dei postumi da CFS e Fibromialgia è che non si manifestano necessariamente subito dopo "la festa", anzi. La maggior parte del tempo arrivano dopo più di 48 ore, e durano di più - anche 3 giorni - sicché devi pianificare le tue attività di conseguenza.

Oggi sto soffrendo di postumi "da tacco". Ho scelto un vestito lungo per la cena di giovedì per la festa di Alessandro, e per la serata ho infranto una regola d'oro: mi sono messa i tacchi. Non mi sono sbilanciata più di tanto, 5 cm di tacco quadrato per un sandalo che si abbinava così bene con le perline applicate al vestito che non ho saputo dire di no. Questi sandali me li sono fatti fare su misura in Thailandia (comodissimi), 6 mesi prima che mi ammalassi, durante un viaggio con mio padre, e da allora li avrò indossati 3 volte (poverini): era ora di farli uscire. Non era necessario metterli - sono già alta per conto mio - ma quella sera sembravano indispensabili. Non è stata una serata particolarmente attiva, forse sono stata un po troppo in piedi all'aperitivo, per salutare i tanti amici che sono venuti a cena con noi, ma sono stata parecchio seduta e non ho ballato. Eppure oggi (oltre 48 ore dopo) ho le gambe che sembrano fatte di marmo, pesantissime, e le ginocchia, anche, caviglie e schiena in preda alle punte di coltellini invisibili. Questo è un simpaticissimo postumo da tacco per il quale devo ringraziare la CFS e la Fibromialgia. Questi dolori non hanno nessun motivo di esistere secondo i medici - non ho i muscoli infiammati e non ho nessun gonfiore tipico da uno sforzo muscolare intenso - eppure eccoci qui, nonostante il massaggio favoloso somministrato ieri pomeriggio....

Il lato positivo della giornata è che la febbre non c'è (siiii), i linfonodi sono solo leggermente indolenziti ma non gonfi, mi reggo in piedi e non ho mal di testa, e sono incredibilmente sollevata che quell'idiota del pastore della Florida finalmente si è convinto a non bruciare il Corano. Ma cosa gli dice la testa a quel fanatico? Marcare un anniversario così atroce come l'11 settembre con un atto così barbaro e violento dal punto di vista ideale e culturale avrebbe se non altro prolungato i postumi del tragico evento, di cui soffriamo tutti, e ne avrebbe scatenati sicuramente altri. Bravi i membri della comunità internazionale che almeno sono riusciti a spegnere quel focolaio in Florida sul nascere: qualcuno spegnerà l'incendio dall'altra parte del Golfo...prima o poi?

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti.

Post Recenti